La città

Sainte-Mère-Eglise, è John Steele sul campanile, ma è anche un grazioso e autentico villaggio della Normandia dove si vive bene a contatto con la natura. I suoi allevamenti di cavalli sono rinomati e le vacche da latte producono latte di alta qualità da cui si ricavano burro eccezionale e ottimi formaggi, tra cui il famoso Camembert.. I meli che si trovano nei frutteti producono anche buoni sidro e calvados.

Sainte-Mère-Eglise e i suoi due musei :  il museo Airborne in memoria dei paracadutisti. Sotto le sue cupole a forma di paracadute sono raccolti molti ricordi, documenti foto, offrendo una vera lezione di storia. Questo museo è uno dei luoghi turistici più alti della regione e accoglie così numerosi visitatori francesi e stranieri. il museo contadino del Cotentin, ricco di storia, Ste Mère Eglise è anche una delle sue antiche tradizioni agricole. Nella fattoria Beauvais, ora fattoria-museo del Cotentin, gli oggetti sono presentati in un ambiente autentico di una vecchia casa, immagini, modelli legati alla vita agricola ... Una ventina di stanze completamente arredate sono attrezzate per accogliere il pubblico.

Sainte-Mère-Eglise è anche ...
Una scuola media (Collegio Saint Exupéry,
una scuola pubblica (Manor School) e una scuola privata (Scuola di Notre Dame)  Una palestra, due campi da tennis e tante attività sportive ...
Un campeggio privato e varie associazioni
Una zona industriale, shopping, una vasta area.
Un dinamico ufficio del turismo comunitario
Una mediateca comunale aperta 6 7 giorni
Un'associazione di comunità HOME (centro sociale rurale) : RAM , CLSH, portare i pasti ...

Sainte-Mère-Eglise, è anche : 
Giovedì mattina il suo mercato fieristico.
Gemellaggio da allora 1987 con St Ode, città vicino a Bastogne in Belgio. Gemellaggio con Locust-Valley, STATI UNITI D'AMERICA.

"Operazione Democrazia" ha regalato alla città quattro pannelli e una targa commemorativa in bronzo identica a quella di Locust-Valley, vicino a New York. Arriva da 1947 che gli abitanti di Sainte-Mère-Eglise ricevono dalla Locust-Valley pacchi contenenti vestiti,materiali per scuole e dispensari. La scelta del nostro comune è stata suggerita dal colonnello Augustin S. Hart perché ospitava migliaia di tombe di soldati americani tra cui quella del generale Theodore Roosevelt, da una vicina città di Locust-Valley. Lo scopo dell'associazione "Operazione Democrazia" è promuovere i concetti di libertà e democrazia.

Storia

Ai vecchi tempi…

I primi riferimenti alla vita a Sainte-Mère-Eglise si trovano in un periodo di 911 e 1066 negli atti di Guglielmo il Conquistatore e della Regina Mathilde. Il suo nome era Sancté-Marie-Eclésié o Sancta-Maria-Eclésia. Il villaggio si trovava fuori dalla città attuale ed era abbandonato durante la Guerra dei Cent'anni. Il villaggio subì le invasioni degli inglesi e fu poi distrutto. Sainte-Mère-Eglise è stata ricostruita nella posizione attuale. C'era una famiglia di Sainte-Mère-Eglise : Robert de Sainte-Mère-Eglise è nato intorno 1100 ; questo ramo della famiglia si estinse 8 dicembre 1764.

Sainte-Mère-Eglise a 1944

Sainte-Mère-Eglise è la prima città in Francia ad essere liberata dall'occupazione tedesca durante la seconda guerra mondiale. Il 6 giugno 1944 in direzione 4 h 30, la città è sotto il controllo finale del 3 ° battaglione del 505 ° reggimento dell'82 ° aviotrasportato così come degli elementi del 101 ° aviotrasportato. La città liberata non sarà mai riconquistata nonostante i contrattacchi nemici dal sud, da nord e da ovest.

Sainte-Mère-Eglise oggi

I visitatori interessati alla storia di questa città e del nostro Paese non mancheranno di visitare il sito di La Fière, a pochi chilometri dal paese, dove troveranno un tavolo di orientamento e la notevole statua di Iron Mike. Sainte-Mère-Eglise fu così "la prima testa di ponte americana in Francia". Sainte-Mère-Eglise , La prima città liberata è quindi il punto di partenza della Via della Libertà (materializzato dal Terminal O) L'ultimo terminal situato a Bastogne in Belgio. costituisce un insieme storico il cui interesse è espresso dalla visita di più di 130 000 persone all'anno. Due capolavori ; un aliante WACO e un aereo DAKOTA C-47 all'Airborne Museum. La chiesa risale all'XI secolo, XIII e XV secolo. Due delle sue vetrate colorate sono state donate in memoria della liberazione. Un museo commemorativo, dedicato ai liberatori, è stato inaugurato il 6 giugno 1964.

Mappa della città nuova